Post in evidenza

Toscana Ovunque Bella nuovo portale emozionale della Regione Toscana


Toscana, Ovunque Bella è un progetto di crowd (sourced) storytelling che ha l'ambizione di raccontare la regione Toscana in modo nuovo e condiviso, promuovendo ogni giorno dell'anno uno dei 279 Comuni e tutti i Comuni per 364 giorni l'anno. Da qui l''idea di offrire ai Comuni stessi la possibilità di scrivere insieme le pagine di una grande storia in cui ognuno presenta il proprio racconto che, insieme agli altri, contribuirà a illustrare la bellezza senza confini della Toscana. Ovunque si cammini. In ogni stagione dell'anno.

L'originalità del progetto, pur orientato al marketing territoriale, sta nella proposta di un punto di vista nuovo; per la prima volta una proposta culturale ed artistica, punta a dare risalto alle innumerevoli curiosità, alle storie irripetibili e inedite disseminate in tutti i Comuni toscani. È un'opportunità per mettere in luce il meglio che la regione del buon vivere ha da offrire sia al pubblico internazionale che a quello nazionale, regalando così la possibilità di fare una deviazione dal consueto e di perdersi in un viaggio che finisce sempre in bellezza.

Una Toscana inedita e fortemente social: è quella raccontata "dal basso" attraverso il progetto di Toscana Ovunque Bella. Un arazzo di storie affascinanti, di luoghi insoliti, di personaggi sorprendenti, di bellezza diffusa nella terra del "Buon Vivere". Un insieme di racconti brevi e fortemente evocativi, ciascuno a descrivere uno dei comuni della Regione, online da oggi su www.toscanaovunquebella.it.

Il sito, cuore del progetto, avrà ogni giorno un comune in evidenza, ogni giorno un racconto nuovo. A disposizione del navigatore il filtro per interessi (mare, montagna, via Francigena, siti Unesco, enogastronomia, borghi e città d’arte...) e la pratica mappa interattiva per scegliere le storie in base alle aree geografiche di interesse.


Non solo artisti e personaggi famosi si sono prestati a raccontare la Toscana; ad esempio, per Manciano e Montemerano, il paese a forma di cuore, l’autore dell’inedito è Lucio Niccolai, professore di lettere alle scuole superiori. Per Pescaglia, descritta come un territorio magico tra boschi e leggende, l’autrice è una piccola viaggiatrice: Alice. E’ stato affidato a due sorelle inglesi, Ella e Dora, il racconto scritto dal comune di Poppi e ambientato nel 1904, all’epoca del Grand Tour. E così via fino a comprendere decine di micro storie in grado di cogliere frammenti, far affiorare diverse identità, comporre trame, mappe emotive di una Toscana Ovunque Bella, oltre quella costellazione di luoghi esemplari che da sempre rappresentano una summa di bellezza. Grande attenzione, quindi, alle storie e alla scrittura, mix di voci di persone "comuni" e voci "speciali": citizen blogger insieme a guest blogger. A fare il lavoro di cura editoriale, minimale ma raffinato, troviamo il livornese Simone Lenzi, creativo poliedrico noto cantautore alternative rock, sceneggiatore e scrittore.

Il progetto voluto e lanciato direttamente da Enrico Rossi - presidente della regione Toscana -, è promosso dalla Regione insieme a Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana con il supporto di ANCI Toscana, attraverso il suo presidente e sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha sposato da subito l’idea riconoscendone l’approccio decisamente inedito e innovativo.

La più bella novità di Toscana Ovunque Bella è il coinvolgimento capillare dei territori, attraverso strumenti e linguaggi nuovi per un'Istituzione pubblica, che ha attivato una piattaforma web dedicata e partecipata in cui ognuno dei comuni inserisce direttamente i propri contenuti, diventando protagonista di un progetto corale di promozione turistica.

Il risultato è una Toscana di morbide colline, ma anche una Toscana profondamente legata al mare, una Toscana d'arte sontuosa e di rara preziosità, ma anche una Toscana schiettamente agricola. Una Toscana cosmopolita da sempre, eppure intima, perfino schiva, stretta tra enclave di boschi e di montagne. Una Toscana che come poche offre ad ognuno il suo viaggio su misura, "il suo posto", quell'esperienza che sembra proprio essere esclusiva per quanto raggiungibile.

A seguire, considerata anche la vocazione internazionale della Toscana, il progetto, tuttora in fieri, sarà supportato da una campagna di web e social media marketing di livello internazionale per promuovere ogni giorno dell’anno uno dei 279 Comuni nell’ambito delle diverse “Toscane” turistiche e con l'obiettivo di raggiungere una vastissima platea di potenziali turisti, selezionati per affinità con interessi tematici e territoriali.

Toscana Ovunque Bella è un repertorio di paesaggi d'autore affidati alle parole. Perché anche le storie sono viaggi.


La Toscana piace agli italiani, il 14,4% l'ha scelta per le vacanze estive

La Toscana resta una delle mete preferite per le vacanze in patria degli italiani. Ben il 14,4% di chi sceglierà l'Italia per le prossime vacanze estive ha già prenotato o sta per prenotare in una località toscana.

Questo il quadro generale emerso da un'indagine sulle vacanze degli italiani svolta dalla società Pragma fra maggio e giugno 2016 ed illustrata dal direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini in occasione dell'incontro “Turismo e Toscana, la nuova governance regionale del turismo. Scenari e previsioni”.
L'imminente estate fa sì che la meta più desiderata dai turisti sia il mare, con le destinazioni balneari messe al primo posto dal 38% dei turisti. Rilevante, però, anche il dato che riguarda città d'arte e borghi storici (25% anche in piena stagione estiva), mentre il turismo attivo (14%) supera di poco quello enogastronomico (12%), che rimane comunque uno dei fattori di maggiore attrattività della Toscana. A seguire la campagna, scelta dal 9%.

Nella percezione complessiva la Toscana è identificata come destinazione turistica di qualità, e questo risulta un fattore vincente. Per “qualità” non si intende la sola qualità degli alberghi, della ristorazione o degli altri servizi per l'ospitalità, ma un concetto molto più ampio, che attraversa tutti gli elementi che caratterizzano la regione.


Turisti in aumento del 3%, Toscana sfiora i 90 milioni di presenze. Tornano gli italiani

Con un aumento del 3,1% degli arrivi e del 2,9% delle presenze, per un totale di circa 90 milioni di turisti, il 2015 si è dimostrato un anno decisamente positivo per il turismo in Toscana. I dati presentati da Irpet nel rapporto “La congiuntura turistica 2015/2016”.
Il risultato è ancora una volta migliore rispetto al dato nazionale, dove gli arrivi aumentano complessivamente del 2.7% e le presenze del 1,9%.

In tutto in Toscana le presenze per turismo nel 2015 sono dunque state poco meno di 90 milioni ed hanno generato un 6.055 posizioni lavorative in più.
Stranieri + 3,5%, ma aumentano anche italiani.
Nel 2015 la dinamica regionale è trainata dai turisti stranieri (+3,5% le presenze e +3,6% gli arrivi), ma dopo due anni negativi ed uno di sostanziale stagnazione, finalmente tornano a crescere le presenze di italiani (arrivi +2,6%; presenze +2,2%) ed aumenta il turismo dei toscani in Toscana (+4,1% le presenze).
Turisti italiani: le diseguaglianze tra le diverse aree del Paese fanno sentire i loro effetti: crescono le presenze dalle regioni del Nord e dal Lazio, mentre diminuiscono ancora le presenze da quasi tutte le regioni meridionali. La presenza degli italiani, prima concentrata soprattutto negli short break primaverili, nel 2015 si è estesa all'estate e all'autunno. Hanno scelto il mare (+3,4%), ma soprattutto la montagna (+7,4%) e la campagna/collina (+7,8%).

Turisti stranieri: Tra i turisti internazionali, che rappresentano comunque la principale componente, si evidenziano due realtà principali e molto diverse tra loro. Da una parte i ci sono i paesi emergenti, europei ed extraeuropei; dall'altra i 'clienti' storici della Toscana, europei 

0